Conservativa

L’odontoiatria conservativa è quella branca dell’odontoiatria che si occupa di ripristinare il tessuto del dente che è stato perso.


La carie, i traumi dentari ed altre patologie posso portare alla perdita di una parte dello smalto eo della dentina. Il dentista per ripristinare queste perdite, utilizza dei materiali appositi per creare dei restauri conservativi, comunemente dette otturazioni.


I materiali adesivi (compositi, cementi vetroionomeri, etc) hanno apportato sostanziali innovazioni nell’odontoiatria conservativa negli ultimi decenni. La capacità di creare un legame chimico tra dente e materiale permette al dentisa di creare “buchi” (cavità) più piccole sul dente, preservando intatto una maggior parte del dente stesso. Inoltre questi materiali si mimetizzano molto bene con i tessuti, permettendo così di rendere quasi “invisibili” le otturazioni così realizzate.


Una volta terminata e lucidata l’otturazione, di norma, il paziente può funzionalizzarla immediatamente, cioè riprendere una normale funzione masticatoria da subito, senza dover mantenere particolari preacuzioni nelle ore successive.
 

 

 

 

Otturazione discromica

   

Otturazione finita e lucidata

Integrazione del dente nel sorriso